Il gioco d’azzardo può essere considerato una forma di mercato?

Quando si pensa al mercato e alle formule dell’economia si tende ad immettere, all’interno del contesto piuttosto ampio, una serie di parametri che hanno a che fare con il mondo di finanza, economia, trading e management. In realtà, fin dal più concreto degli aspetti non si può fare a meno di considerare come mercato anche quei contesti come il gioco d’azzardo, che hanno costruito intorno a sé un campo di interesse. Per una serie di motivi, sottolineati in piattaforme come www.e-conomy.t, il gioco d’azzardo può essere considerato un mercato molto solido. Ecco quali sono.

La formula dell’interesse e del coinvolgimento

Di sicuro, il mercato propriamente detto non si crea intorno ad un’assenza di contesto, ma grazie ad una solida base che garantisce la creazione dell’investimento. Il contesto italiano predilige, tra i suoi numerosi interessi, quello propriamente sportivo: per questo motivo, il gioco d’azzardo funziona come una vera e propria industria capace di generare fatturato.

Il motivo della creazione di un mercato solido intorno al parametro del gioco d’azzardo, però, deriva da una serie di fattori: tra questi, rientrano senza dubbio la formula dell’interesse e del coinvolgimento. Il primo si genera automaticamente, considerando la passione innata per lo sport e per il gioco che accomuna tantissimi italiani che, automaticamente, vengono catalogati entro una determinata categoria.

Il coinvolgimento, invece, che rappresenta lo step successivo del mero interesse, avviene attraverso l’offerta delle aziende del gioco d’azzardo, in grado di essere più o meno accattivanti. In un’ottica di questo genere non si può sottovalutare l’impianto squisitamente comunicativo di siti di scommesse online e piattaforme di casinò online, in grado di attirare clienti con accorgimenti di vario tipo: dalla semplice estetica coinvolgente fino alle promozioni accattivanti, sono tante le caratteristiche in grado di attirare e fidelizzare un potenziale cliente. 

Che cosa sono i bonus di benvenuto e perchè creano mercato?

Non si può dare avvio ad un mercato senza una base solida di interesse e coinvolgimento, ed è per questo motivo che – al giorno d’oggi – la maggior parte dei siti di scommesse online e casinò online si servono della formula del bonus di benvenuto per attirare e fidelizzare il cliente.

Il bonus di benvenuto è un’offerta monetaria che il sito offre ad un determinato giocatore, nel momento in cui questo effettua il suo primo deposito monetario. Generalmente, il bonus di benvenuto consiste in un raddoppiamento della cifra versata: in termini più semplici, se un utente versa 100 euro all’interno del suo conto online, ne riceverà automaticamente altri 100.

La possibilità di ottenere denaro in modo immediato (anche se i sistemi di gioco sono studiati per far sì che quello che viene pensato come bonus non sia mai, effettivamente, un regalo) annulla per naturale distacco che potrebbe esserci tra utente e piattaforma: fidandosi, la persona è invogliata a versare e giocare, sperando di ottenere altro denaro per continuare a farlo. In ogni caso, il mercato dei casinò online ne giova, predisponendosi come solido qualsiasi siano le finalità e le decisioni da parte dell’utente.

Una formula affine, ma allo stesso modo convincente, è quella del bonus di benvenuto in assenza di deposito: potrebbe sembrare una mossa folle eppure ha un suo vantaggio. L’utente che si trova in uno spazio inizialmente gratuito è, automaticamente, invogliato a versare con più semplicità, ancora una volta seguendo quello stesso concetto di fiducia di cui sopra.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *